Ecco come diventare tromboni e critici musicali con l’iPhone.

L’altro giorno, nel mio elenco delle app musicali preferite per iPhone, ho lasciato fuori Leaf Trombone. In pochi minuti mi ha fatto diventare un critico trombone.

Leaf Trombone è un giochino fatto da Smule, quelli di Ocarina, di cui si parlava qualche giorno fa in un altro blog.

Si fa musica, la metafora è quella di suonare le foglie, come si faceva da bambini, con un suono simile a quello di un trombone, appunto. E’ un “rythm game”, si può suonare liberamente o provare a seguire dei brani. Fin qui nulla di nuovo: ce ne sono letteralmente migliaia.

Il colpo di genio è una cosa che si chiama “World stage”: si va in rete, e si suona di fronte a dei giudici. A tua volta ti viene chiesto di fare il giudice, esprimendo commenti, e voti in tempo reale sulle performance altrui . Il tuo status nella comunità varia in base a quello che fai, ovviamente. Dopo qualche sessione da giudice (devi farne almeno due per ogni tua performance), ti viene subito appioppata la dicitura “critic”. E dire che è tutta la mia vita professionale che rifuggo questa definizione… Per un paio di performance traballanti di “Stand by me” sono già diventato “expert”.

Che dire, c’è un piacere perverso nel massacrare la musica altrui, nascosti dietro ad un emoticon. Fino a quando qualcuno non massacra la tua.  E allora capisci sulla tua pelle molte cose…

Commenti disabilitati su Ecco come diventare tromboni e critici musicali con l’iPhone.

Filed under Apple, Giornalismo musicale, iPhone

Comments are closed.