Apple, ecco l’iPhone 3G S

Assistere ad un Keynote della Apple è sempre un’esperienza: sia che lo si legga in diretta tramite i vari “liveblog” (il migliore è quello di Gizmodo), sia che si aspetti qualche ora e si scarichi il filmato.

La prima impressione, questa volta, è che lo show  sia stato un po’ meno spettacolare del solto, nonostante lo sforzo della Apple: si è concluso da poco il keynote della WWDC di San Francisco, appuntamento dove l’anno scorso venne presentato l’iPhone 3G.

I dati, innazittutto: sono stati presentati i nuovi MacBook (stesso design, versione aggiornata e potenziata in termini di performance, e prestazioni, prezzi ritoccati in ribasso), i dettagli del nuovo software operativo per Mac, SnowLeopard, che arriverà a Settembre per 29 dollari. E’ stata annunciata la data di lancio del nuovo sistema operativo per iPhone, il 3.0, che arriverà il 17  giugno. Interessante la funzione per localizzare e cancellare i contenuti del telefono in caso di furto o smarrimento (tramite Mobole Me).
Infine, il nuovo iPhone, denominato iPhone 3GS, dove “S” sta per “speed”. Esternamente è identico a quello precedente, con la stessa (brutta e fragile) cover di plastica lucida – smentite le voci che lo davano per opaco. E’ più veloce in termini di processore e connettività, fotocamera migliorata che registra video, controllo vocale, fino a 32gb di capienza. Tutto come largamente previsto, o quasi. In Italia sarà disponibile dal 19 giugno, anche se non sono ancora chiarissimi i prezzi: per ora sono noti solo quelli statunitensi, che sono 199 e 299 dollari per 16gb e 32 gb. Il “vecchio” 3G rimarrà in venidta nella versione da 8GB, a prezzo ridotto (99 dollari). I dettagli tecnici sono già sul sito della Apple

Ma insomma: o la Apple ci ha abituati troppo bene negli anni… Oppure i pur bravi dirigenti di Cupertino non sanno attivare il “Reality distortion field”  tipico di Steve Jobs, che non si è visto, nonostante le voci che lo davano al rientro pubblico. Senza di lui questi show non sono la stessa cosa.

Magari mi ricrederò, ma quanto ha presentato Apple oggi non mi sembra così sconvolgente. Soprattutto tante cose, ma nessun cambiamento davvero profondo, se non un drastico taglio sui prezzi per non farsi scavalcare dalla crisi. Sia per i MacBook che sull’iPhone le novità  mi sembrano soprattutto aggiustamenti, per quanto importanti. Non nuove “generazioni di prodotti”, come nel passaggio dal macbook plasticoso a quello d’alluminio, o dal vecchio iPhone al  3G. Non credo che la maggioranza degli utenti questa volta farà le code, o  abbia motivi così urgenti per fare un upgrade.  Lo faranno solo i malati di tecnologia, come il sottoscritto…

Commenti disabilitati su Apple, ecco l’iPhone 3G S

Filed under Apple, iPhone

Comments are closed.