Monthly Archives: ottobre 2009

This is it, really?

Ieri sera sono andato a vedere “This is it”, il film di Michael Jackson: la sala era deserta (davvero sta facendo incassi record?), ma non è questo ciò che mi ha colpito di più.

Mi ha ricordato la mia tesi di dottorato, soprattutto: che era sul rapporto tra racconto e retorica. In soldoni: ogni storia cerca di intrattenerci, ma in realtà – più o meno esplicitamente – ci vuole convincere di qualcosa. Vuole rendere credibile un mondo, venderci un’idea o una visione.

Molto si è detto del film – rimando al resconto di un mio collega di Rockol. Ma la cosa che mi ha colpito è la sottigliezza retorica – fatta di montaggio, scelta dei materiali da una quantità di “girato” enorme – con cui si cerca di ridare dignità a Jacko, di dimostrare allo spettatore che, pur magrissimo, era lucido e in ottima salute. Sembra quasi che tutto il film sia un’unica, lunga accusa verso i suoi presunti assasini, il medico e i media che non facevano altro che sbeffeggiarlo.

“This is it” è un racconto che nasconde la sua retorica dietro l’ “effetto di realtà” che danno le immagini documentaristiche, che sembrano quasi rubate.

Nessuno di noi saprà mai quale è il vero Michael Jackson, perché il “vero” Michael Jackson  non esiste. Di certo anche “This is it” è uno dei tanti tasselli – non necessariamente il più “vero” – di una storia tra le più complesse del mondo dello spettacolo.

Ora siamo tutti qui a lodare Jackson – giustamente – per il suo impatto sulla cultura popolare degli ultimi 30 anni, e a lodare quello che stava per fare. Ma nessuno mi leva dalla testa il pensiero che se “This is it” fosse andato in scena, l’avrebbero massacrato comunque. Forse riusciremo ad essere lucidi su Michael Jackson solo tra qualche tempo, quando l’onda emotiva della sua morte sarà esaurita.

http://www.youtube.com/watch?v=cyrkcz7msfY

6 Comments

Filed under Cinema, Università/Lezioni

Eppur qualcosa si muove (2)

Appunti sparsi su cose che stanno succedendo nella musica in questi giorni.

Marcare il territorio:  Google ha lanciato il suo motore di ricerca musicale. Se cercate artisti, canzoni e dischi vi rimandano verso siti partner: Lala, MySpace ecc. La cosa è spiegata da Google sul suo Blog e qua c’è una news di Rockol. Insomma, l’ennesima espansione di Google, che marca un altro territorio…

Videogiocare al DJ e al metallaro: il settore dei videogiochi musicali è tra i più dinamici. Ieri è stato lanciato DJ Hero, corrispettivo di Guitar Hero, cosa che certifica – se mai ce ne fosse bisogno ancora – lo status di divi dei DJ. Una volta non avevano faccia, si nascondevano dietro le console, non si vedevano nei video… ora assomigliano sempre di più a delle rockstar, in termini mediatici. Anzi, sono più rockstar delle rockstar stesse.

Poi sono usciti nuovi videogiochi dedicati ai Metallica  – una versione  dedicata di Tap Tap Revenge, e ormai da qualche tempo Rock Band per iPhone, che mi sembra decisamente meglio di Tap Tap, per giocabilità e repertorio.

X-Factor: Infine, segnalo questo post del blog di Ernesto Assante, che prende spunto da X-Factor per ragionare sulla distinzione tra cantanti, interpreti e autori.

2 Comments

Filed under MusicBusiness & Technology, Televisione Musicale, Videogames

Un giorno, in metropolitana

Ho sempre sospettato che il metal e gli strumenti ad arco fossero pericolosamente simili, anche prima che i Metallica incidessero un disco sinfonico con orchestra. Ora questo video  – che ho scoperto grazie al “Twitter Demi-God” Ashton Kutcher – lo conferma. Pensate di tornare a casa stravolti dal lavoro, scendete in metropolitana e vedete uno che suona il violino così…

1 Comment

Filed under Twitter, YouTube

Il gadget musicale dell’anno

Qualche tempo fa si era aperto questo blog parlando del gadget musicale dell’anno, le corna luminose degli Ac/Dc.

Ma “Backtracks”, il box CD di rarità in uscita tra qualche settimana, è ancora meglio: è fatto a forma di amplificatore per chitarre. Ed è un amplificatore per chitarre, da 1 watt.

Mettere in commercio edizioni e packaging lussuosi è ormai un espediente consolidato per combattere la pirateria, ma con questo box la band ha spostato l’asticella più in alto, come nota Wired.

Sul sito ufficiale ci sono dei video di Angus Young che suona usando il Box. E su YouTube c’è un video di un ragazzino – “Young Angus” – che lo usa per strada.

Commenti disabilitati su Il gadget musicale dell’anno

Filed under File Sharing, Gadget, Nuova musica

Michael Bublé, imitatore…

Ce ne fossero, di artisti bravi e simpatici come Michael Bublé… Ieri sono andato a intervistarlo: ho ripreso l’intervista con due telecamerine, una frontale e una piazzata a lato.

Stavamo parlando di Britney Spears, del fatto che a lui non piace il suo modo di fare spettacolo… Poi l’intervista è finita. Gli ho chiesto un saluto a Rockol, che lui ha fatto guardando la telecamerina frontale. Poi ecco come è andata a finire…

L’intervista per Rockol è qui. La videointervista è su Musicvideos

Commenti disabilitati su Michael Bublé, imitatore…

Filed under Interviste, Nuova musica